#quattrochiacchierecon / Mike Allred, Laura Allred all’avventura con Bug!

Bug Allred
Fabrizio Nocerino

IlBug Allred Copertina caldo afoso del Napoli Comicon si fa sentire.
Sembra estate piena, c’é gente ovunque.
Al tavolo dello stand Lion Comics / RW Edizioni, peró, c’é piú gente del solito: dal cuore pop e sgargiante dell’America a fumetti, i coniugi Allred, Mike e Laura, sono impegnati in una delle tante signing session della fiera, nelle quali hanno regalato ai fan, partenopei & non, sketch, autografi e dediche.
GeekArea.it si é seduta al loro stand per scambiare due parole sulla loro ultima uscita, Bug! Le Avventure di Forager e molto altro ancora.



Bug! é un grande tributo al Re, Jack Kirby: eppure rimane fedele a se stesso e non diventa semplice citazionismo, bensí quasi una storia corale che racconta la sua storia e contemporaneamente omaggia l’ereditá Kirbyana.
Com’é nata l’idea di una storia cosí folle e multiversale?

A differenza di altri lettori, magari, Bug non é mai stato “oscuro” o “di nicchia” per me, é stato molto importante nella mia infanzia e in quella di mio fratello Lee.
Ci fu un periodo in cui io e mio fratello [Lee Allred] avevamo lezioni di chitarra allo studio di James Ray. Ricordo che c’era questa sala d’attesa con una grossa pila di fumetti da leggere…e cosí, ogni settimana, vedevamo e leggevamo sempre i soliti fumetti.
Questo successe molto prima che ci fossero fumetterie nei nostri dintorni…[i fumetti] li prendevamo in merceria, oppure leggevamo quelli che avevano i nostri amici, c’era un negozio dell’usato, piuttosto vintage, oltre la collina e poi, non si sa perché, come ho detto, il nostro insegnante di chitarra ne aveva qualcuno.

Dato il tempo che trascorrevamo in quella sala d’attesa, eravamo sempre con il naso tra i fumetti della sala d’attesa e, nonostante Bug comparisse soltanto in due numeri di “New Gods”, fortuna volle che quei numeri fossero proprio in quella pila di fumetti!

E cosí ogni settimana li leggevamo, li studiavamo, li amavamo sempre di piú.
Per quel che ne sapevamo, Bug era un personaggio principale di quelle storie perché…beh, era lí! Settimana dopo settimana.
Mio fratello, dopo settimane di richieste e di preghiere, finalmente riuscí a farci avere quei fumetti dal nostro insegnante…divenne il nostro tesoro d’infanzia.

Gods Forager Bug Kirby AllredOvviamente, la scintilla nasce da Kirby…dopo le letture in sala d’attesa, avete continuato a seguire Bug come un vostro fan-favorite?

Piú avanti negli anni, Jim Starlin e Mike Mignola fecero una storia chiamata “Cosmic Odyssey”, in cui Bug compariva, che amai veramente tanto. Ma [spoiler] Bug muore in quella serie, si sacrifica per salvare l’universo e c’era questa scena, veramente fantastica, in cui Batman prende le difese di Bug contro Orion, perché beh, Orion é Orion ed era cattivo con lui, lo considerava inferiore, immondizia perché veniva dagli Insettoidi.
C’era questo seme, questa idea da “New Gods” e [Starlin & Mignola] l’hanno fatto germogliare, fu un qualcosa che mi lasció una forte impressione, emotivamente parlando.

Arriviamo dunque in Young Animal: qual é stato il vostro pitch alla DC Comics e a Gerard Way, che spazio trova “Bug! The Adventures Of Forager” in questa linea editoriale?

Io e Gerard Way, che come sai cura la linea Young Animal in DC Comics, abbiamo avuto contatti per anni e abbiamo parlato per lungo tempo riguardo i nostri progetti, comunque realizzare qualcosa insieme.

Devo essere sincero, ero molto eccitato all’idea di disegnare una meravigliosa storia sulla Doom Patrol che [Gerard Way] ha scritto appositamente per me, sapendo ció che mi piace dei personaggi ed inserendo all’interno tutto ció che amo, specialmente le versioni della Doom Patrol di Bruno Premiani.

Nel frattempo, io e mio fratello Lee continuavamo a confrontarci su cosa realizzare come miniserie per Young Animal, una cosa tutta nostra, insomma.
Pensavamo, pensavamo e pensavamo ma continuavamo a finire su Bug, volevamo fare una storia con Bug e infine, tra le tante idee, decidemmo prima di farlo rigenerare in un bozzolo, dopo la [spoiler] morte in “Cosmic Odyssey”, e poi di inviarlo in questa Odissea tutta sua e fargli scoprire il finale a tutte le storie di Jack Kirby che non hanno mai avuto una conclusione definitiva.
Da qui l’utilizzo di Manhunter, di Atlas, del corpo robotico di Deadman, O.M.A.C… abbiamo avuto l’occasione di scrivere Forager l’’Insetto in questa avventura multiversale e contemporaneamente fare un bel fiocco e chiudere tutte queste storie.
É stata un’esperienza gratificante e sono stato immensamente felice di averlo potuto fare con mio fratello e mia moglie.
Bug Allred Cover
É bello notare l’entusiasmo nelle tue parole quando ho menzionato la linea Young Animal, quindi mi viene da chiederti: che atmosfera si respira lavorando in questo contesto?

Oh, é fantastico! Sotto parecchi aspetti ha lo stesso spirito della Vertigo, dove potevi occupare il tuo posto speciale nell’Universo DC.
Ma allo stesso tempo trovi autori, creatori che la pensano in maniera molto simile e hanno idee ambiziose ed audaci, uno spirito indipendente.
C’é questa sorta di atmosfera rock’n’roll che Gerard ha trasmesso a tutti noi, un’energia dalla quale abbiamo attinto nel creare le nostre storie.

Torniamo a Kirby, perché nel 2017 c’é stato il Centesimo Anniversario del Re e DC Comics lo ha celebrato in grande stile.
Abbiamo giá citato Sand Man e O.M.A.C., ma quali sono i personaggi preferiti di Mike Allred?

Parlando con il cuore, non posso non risponderti l’intero Quarto Mondo; il concept era ed é ancora brillante, avanti anni luce rispetto ai propri tempi ed ancora oggi attualissimo.
Nonostante Kirby ci abbia lavorato poco tempo, relativamente parlando, la sua influenza é durata per anni ed anni, basta guardare Darkseid, Mister Miracle…insomma, sono un grande fan del Quarto Mondo, si é notato! [ride]

Parlando piú in generale, devo molto anche al lavoro di Kirby e Stan Lee sui Fantastici Quattro, é ancora oggi una delle mie serie preferite. L’introduzione di Pantera Nera, di Silver Surfer, di Galactus, degli Inumani…tutto bellissimo.

Ultima domanda, ma parliamo ancora di anniversari…il 25° Anniversario di Madman é finalmente arrivato, un quarto di secolo per la tua creatura, il tuo Frank Einstein.
Cosa c’é nel futuro di Madman?
Madman Bug AllredDa grande fan del personaggio ed essendo stato il mio primo approccio sia a Mike che a Laura Allred, questa domanda é anche un po’ personale.

Beh, innanzitutto grazie, fa sempre piacere conoscere fan che seguono il tuo lavoro da tanto tempo.
Per Madman, posso dire che nella mia mente c’é sempre un progetto in arrivo, in quanto considero il personaggio ed il suo mondo come il mio spazio personale, dove posso liberarmi, divertirmi e sfogarmi…quindi, ho anche la libertá di prendermela con calma, non mi metto pressioni e le cose vengono da sé.
É sempre un’occasione speciale: IDW ha appena pubblicato la “Madman: Quarter Century Shindig”, un volume in edizione limitata, deluxe, una vera perla.

Ci sará presto un nuovo Speciale a fumetti, con storie nuove; inoltre, c’é l’idea ed abbiamo iniziato a discutere di un passaggio in TV, una serie dedicata a Madman.
Dita incrociate, speriamo vada tutto come deve andare.

Mike, Laura, direi che é tutto. Grazie mille per la vostra disponibilitá, grazie per Bug! e tutto ció che arriverá in futuro.
Grazie a te!


Comments are closed.

Caricando...