#RWLion / Batman Rebirth #24 – La Recensione

Daniele D'urso

Quando Batman incontra il più classico degli archetipi investigativi, lontano dalle roboanti parate di supereroi, non può che trasferirci puro godimento. La mini-story di Tom King: La Muffa e il Mantello rilancia questo genere di cui non possiamo, mai e poi mai, fare a meno, proponendo una breve costruzione narrativa impostata su leggeri ma allo stesso tempo validi espedienti classici. Il numero in questione ha come pregio principale la sua accattivante semplicità, in pochissime pagine King riesce a far appassionare il lettore all’indagine. Nulla d’innovativo, ma da non dare troppo per scontato in questi tempi dove la logicità della trama viene sempre più messa da parte per far spazio alle regole in piccole dosi del politically correct ma soprattutto dello show-business. A far da spalla al Cavaliere Oscuro troviamo il più iconico istrione del Dark Universe: The Swamp Thing.

Attraverso un semplice, ma inaspettatamente solido, legame familiare tra la vittima e il mostro dal pollice verde, si dipanerà per i cieli e per le strada di Gotham un’indagine alla ricerca del colpevole. Rigattieri e ricettatori, falsi nomi e piste che non reggono, troppo poco per ingannare il più grande detective del mondo e la sua incessabile marcia verso la verità, spinta da una carica inattesa, il destino che accomuna i due eroi nel dolore della perdita.

Spoiler è pronta a sovvertire le regole, lo status quo deve necessariamente crollare a colpi di giustizia, ma non la falsa giustizia che propinano da anni Batman e i suoi alleati, una crociata che giustifica l’utilizzo di qualsiasi mezzo, quella vera… la sua. Questo è l’incipit del nuovo corso di Detective Comics che vede tornare in scena, dopo un breve periodo di pausa, l’ormai ex ragazza di Red Robin. La scomparsa del suo compagno brucia ancora e l’elusiva eroina non è pronta per gettare la spugna.

Questa volta il suo percorso alienante la porterà a scontrarsi con una vecchia conoscenza della testata Wrath (per chi volesse saperne di più sul personaggio può recuperarne l’origine su Detective Comics New 52), il criminale è ancora determinato ad avere la sua vendetta nei confronti del Cavaliere Oscuro, cosa che non può che contrastare i piani messi in atto da Spoiler per la salvaguardia dei cittadini di Gotham. Un inizio atteso che potrebbe portare alla costruzione di un nuovo e interessante anti-eroe della bat-famiglia.

Si conclude la testata con un team-up d’eccezione, per le strade di Bludhaven Nightwing non è più solo, a fargli compagnia c’è un vecchio amico: Wally West alias l’originale Kid Flash. Le due spalle più famose dell’universo DC Comics dovranno vedersela con un criminale d’eccezione, un borseggiatore che ha sviluppato un’insolita capacità, districandosi contemporaneamente tra le fatiche dalle vita sociale, dispensando qualche ottima battuta sull’origine ormai antiquata dei loro nomi e il tipico approccio scanzonato alla vita di tutti i giorni degli eroi in costume. Un numero di poca sostanza ai fini della trama, ma che ci mostra da vicino lo stretto rapporto fra i due ragazzi.


Comments are closed.

Caricando...