#saldaPress / Aliens #13 – Maiale e Horror Show – Recensione

Fabrizio Mancini

Aliens #13 è un albo molto importante per gli xenomorfili (non credo esista come parola, ma mi pare renda bene).

Gli archetipi in Aliens sono pochi e fondamentali, uscirne significa rischiare grosso. Rischiare che la gamma tradizionalista dei lettori/ spettatori del franchise si rivolti con estrema facilità.
Questo ultimo albo di Aliens dimostra che non rispondere a questi requisiti creando comunque storie valide è possibile.

Non ricorderete Aliens: Maiale e Aliens: Horror Show come specchio di ciò che lo xenomorfo rappresentanta nei media, ma come un piacevole, originale e utile diversificazione di due temi che sono in realtà alla base di ogni storia della saga: sopravvivenza e incubo.

Entrambe one-shot che leggerete in un attimo, la prima è Maiale. Ironica e leggera, ma estremamente grottesca nella trama e nei disegni. La cosa più incredibile è che nonostante la semplicità di questa storia, si potrebbe pontificare per ore su ogni tema. In soldoni ci ritroviamo in una situazione precaria, in cui una ciurma di elementi poco raccomandabili vuole recuperare un carico prezioso, col problema che si trova in una zona densa dei nostri amati alieni. L’idea è una, mandare una bomba a cavallo della povera bestiola dalla coda arricciata. Ma anche il piano più semplice può rivoltarsi contro il suo ideatore. Il finale vi sorprenderà lasciandovi un bel sorrisetto. Perché sopravvivenza? Lo scoprirete leggendolo.

Da segnalare che ai testi c’è Chuck Dixon, uno che è passato sui personaggi più tosti della storia: Batman, Conan, il Punitore e Tex.

A seguire Horror Show, di stampo totalmente diverso. Importante è sapere che questa storia segue i fatti di Aliens 30° anniversario e Aliens Incubo sulla terra di Mark Verheiden. Estremamente sci-fi, si gioca tutto sull’idealizzazione maligna degli xenomorfi, visti anche come coloro che stanno sterminando la razza umana. Spesso si vede l’incubo diventare realtà, ma qui siamo di fronte al processo inverso, dove la realtà evolve in incubo. Ma è qui che si può sviluppare una strategia per reagire.

[amazon_link asins=’8869192482,8869193233,B0719VYRD8,B071RXSZMV,B005A0YAV0,B07117779T’ template=’ProductCarousel’ store=’geekare-21′ marketplace=’IT’ link_id=’25f26669-4895-11e8-9ccd-85c41cd8a5f4′]

Comments are closed.