#saldaPress / Animosity Vol. 1 – La Recensione

Da sempre l’uomo ha attribuito caratteristiche umane agli animali o, viceversa, si è attribuito caratteristiche presenti in questa o quell’altra creatura.
Come sarebbe il mondo se gli animali potessero parlare? E se potessero ragionare e pensare come gli uomini? Cosa succederebbe se il mondo delle favole di Esopo divenisse all’improvviso realtà? Quali sarebbero i nuovi equilibri tra gli esseri viventi?
In questo alveo si muove Animosity, lavoro dell’americana Marguerite Bennett per Aftershock Comics, pubblicato in Italia da Saldapress.

Un bel giorno, all’improvviso, gli animali acquistano il dono della parola e, piuttosto che differenziarsi in modi nuovi e inediti, diventano tutti umanizzati. Bennett chiama questo evento epocale e apocalittico “il risveglio” ma, in realtà, potrebbe dirsi anche “omologazione”. Parlano, ragionano, si comportano come gli esseri umani e rispondono ai loro stessi bisogni e istinti, mossi dalle loro stesse motivazioni: amore, vendetta, rabbia, paura, guerra.
E i sentimenti prevalenti nei confronti dell’uomo sono, prevedibilmente, l’ostilità, l’animosità e spesso l’odio e la vendetta.
Alcuni diventano subito cattivi e si scagliano contro gli umani al grido di “a morte!”, mentre altri, più buoni e ragionevoli, hanno le qualità della moderazione e della diplomazia.

Marguerite Bennett tecnicamente scrive molto bene, lo si sa, e questo lavoro ne fornisce un’ulteriore prova. Il soggetto è intrigante e la sceneggiatura bene equilibrata con un dosaggio bilanciato di azione e profondità. Il montaggio narrativo è di tipo cinematografico, e l’alternarsi di flashback e azione nel presente è reso con naturalezza e semplicità di fruizione.

La lettura risulta agevole, rapida e allo stesso tempo impressiva grazie anche ai disegni di Rafael De Latorre che, coadiuvato dai colori di Rob Schwager, fa un ottimo lavoro sui soggetti; spesso preferisce non curare particolarmente gli sfondi e le situazioni di contorno ma focalizza l’attenzione esclusivamente sugli attori in primo piano, messi su background mono o bi-colore. Si dimostra a proprio agio tanto con la dinamicità delle scene d’azione, quanto con le tavole che richiedono la tranquillità e l’intensità dei momenti di dialogo o di introspezione.

Questo primo capitolo ovviamente non può rivelare quale sia la direzione che prenderà il racconto, anche se un’idea è già possibile farsela. Non si sa infatti quale sia stata la causa scatenante il “risveglio” degli animali, ma la scrittrice lascia ben presto intendere che “questa è un’altra storia”. Il racconto riguarda piuttosto il cammino della piccola Jesse che si ritrova sperduta in un mondo completamente stravolto e che, insieme a Sandor, il fido Bloodhound, si mette alla ricerca del fratellastro in un coast-to-coast da New York City a San Francisco.

Racconto dal sapore apocalittico, dall’aroma decisamente ecologista-animalista con frequenti ammiccamenti più o meno espliciti al veganismo. Il nutrirsi di carne viene spesso stigmatizzato, anche in maniera subliminale, mentre in apertura di volume sono riportati alcuni passi della Genesi sul rapporto tra uomo, animali e piante. Il dubbio che l’animosità degli animali sia piuttosto una proiezione dell’ostilità degli animalisti verso i carnivori pare legittimo.

Tematiche abbastanza adulte, però sotto forma di pillola per bambini. Quello degli animali parlanti è un elemento caratteristico della favola, strumento

attraverso il quale la Bennett sembra voler veicolare un messaggio a un pubblico molto giovane e, allo stesso tempo, intrattenere e stimolare la curiosità di un target leggermente più adulto.

Le premesse giustificano speranze e aspettative, per cui non resta che attendere le prossime uscite per farsi un’idea più precisa che possa confermare o smentire quanto di buono visto finora e, perché no, colmare qualche debolezza – forse l’eccessivo moralismo di fondo – che avrebbe bisogno di essere puntellata.

 

 

 

[amazon_link asins=’B01FT1EOP6,2360140574,193500266X’ template=’ProductCarousel’ store=’geekare-21′ marketplace=’IT’ link_id=’df89a9d8-ea7a-11e7-ba04-71c0dee388f8′]

Comments are closed.